Intervista a Federico Accardi, docente del corso di tecnico birraio

Intervista a Federico Accardi, docente del corso di tecnico birraio

accardi

Perchè scegliere un corso professionale dedicato alla birra? L’abbiamo chiesto a Federico Accardi, docente, insieme a Riccardo Pellegrini, del corso professionale per tecnico e degustatore birraio di Mia Academy.

Federico Accardi è socio del birrificio artigianale di Rieti, BIRRE MacCardi. Avvicinatosi al mondo dell’ homebrewer a soli 17 anni per passione condivisa con il padre, ne ha scoperto la complessità della produzione e la sua passione si è trasformata con il tempo, in lavoro.

Lo stage presso il birrificio Birra del Borgo si è rivelato illuminante. Grazie alla doppia esperienza sia nella sede di Spendino che in quella storica di Birra del Borgo, Federico ha appreso diverse nozioni, dalle tecniche di confezionamento, alla maturazione della birra, fino alle criticità della produzione. Ha poi collaborato all’avviamento di BAHM, un brewpub in provincia di Roma dove, per circa due anni, è stato birraio e consulente.

È solo nel 2016 che Federico, insieme ai due soci, ha aperto il birrificio: Birre MacCardi, un birrificio con un impianto da 12 ettolitri e una cantina da 90 ettolitri. La produzione è varia. Birre ad alte e basse fermentazioni, birre di ispirazione anglosassone, tedesca, belga ed ovviamente americana, alle quali cercano di dare il loro tocco professionale.

Insieme a Riccardo Pellegrini, è il docente del corso di tecnico e degustatore birraio di Mia Academy.

 

D: Federico, cosa pensi della didattica in e-learning?  Quali vantaggi possono avere i tuoi allievi con questo tipo di formazione professionale?

L’e-learning ė uno strumento molto utile per la formazione, permette a tutti di potersi formare, anche a chi ha poco tempo a disposizione o ha difficoltà a spostarsi per vari motivi, soprattutto ora che ci sono le difficoltà che tutti conosciamo

I vantaggi principali derivanti da questo corso sono di avere a disposizione due insegnanti, esperti ognuno nel proprio settore, che possono rispondere alle diverse esigenze degli allievi. È un corso dinamico, in continuo aggiornamento e arricchimento di contenuti. Grazie ai Webinar settimanali si ha un rapporto diretto con i docenti, le esercitazioni permettono una continua crescita tecnica e le lezioni presenti sul portale permettono di avere sempre a disposizione un ricco database teorico

D: Com’è nata la passione per il mondo della birra e perché hai scelto di aprire Birre Maccardi?  Raccontaci della tua esperienza.

L’interesse per la birra, per la produzione,  è nato quando avevo circa 16 o 17 anni, sono passato dal fare piccole produzioni casalinghe, all’appassionarmi alle varie tipologie di impianti produttivi. Nel 2012 ho frequentato come stagista un grande birrificio in provincia di Rieti e poi, unita quell’esperienza, ho avviato un microbirrificio in provincia di Roma e ho lavorato lì come birraio e consulente per oltre due anni, finché, insieme a due mie amici non abbiamo finalmente aperto il nostro birrificio a fine 2016.

Questo progetto si è realizzato al termine di un lungo percorso, dalla prima volta che ho pensato seriamente di aprire un mio birrificio, a quando è successo, sono passati oltre 10 anni. Le difficoltà maggiori, oltre quelle economiche si intende, sono state il reperire informazioni di carattere tecnico/ burocratico ed il rapportarsi con la burocrazia. Ma una volta entrato nel meccanismo è stato tutto più facile.

A quattro anni dall’apertura, nonostante il difficile anni che stiamo vivendo tutti,  mi ritengo soddisfatto delle mie scelte e del lavoro che stiamo facendo

D: Perché dovrebbero scegliere la formazione Mia Academy e le lezioni di Federico?

Avendo io un background da homebrewer, conosco le difficoltà che si presentano a chi si avvicina al mondo della birra e avendo poi intrapreso una strada professionale ed imprenditoriale in questo mondo, penso di poter dare un aiuto ed una formazione concreta a chi, come me, vuole fare di questa fantastica passione, una professione

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *