La pasticceria di Mia Academy

La pasticceria di Mia Academy

renèe-300x300

Giovane ed appassionata, Renée forma i futuri pasticceri di Mia Academy.

Renée Abou Jaoudé, classe 1982, trascorre l’adolescenza tra Roma e Beirut, lasciandosi influenzare dal profumo delle spezie e dai sapori decisi della tradizione gastronomica romana.

Si trasferisce a Viterbo nel 2001, dove intraprende gli studi presso la facoltà di Agraria, ottenendo la laurea magistrale in Scienze Forestali e, successivamente, il titolo di dottore di ricerca in Ecologia. Durante il percorso di studi, acquisisce conoscenze approfondite riguardo le materie prime e prende coscienza dell’importanza della filiera corta nella valorizzazione dei prodotti del territorio.

Nel 2012, decide di dedicarsi alle “scienze pasticcere”, seguendo le orme della mamma. Nel 2013, nei vicoli del centro storico di Viterbo, apre Le Cose Buone, pasticceria naturale di stampo moderno, occupandosi della gestione del laboratorio e della bottega. In seguito alla chiusura della bottega di Viterbo a fine 2017, si dedica a tempo pieno all’ insegnamento e da qualche anno collabora con Mia Academy come docente del corso professionale di pasticceria.

È proprio a lei che abbiamo chiesto perché ha sposato il progetto di Mia Academy.

D: Renèe, cosa pensi della didattica in e-learning?  Quali vantaggi possono avere i tuoi allievi con questo tipo di formazione professionale?

La didattica in e-learning è una valida alternativa alla didattica in presenza. Ci permette di approcciarci in modo professionale ad un argomento, senza dover necessariamente abbandonare la nostra quotidianità, come invece spesso accade quando si seguono delle lezioni in presenza.

Il corso è strutturato in modo tale da rendere chi lo segue, totalmente indipendente. Il programma è suddiviso in moduli, ognuno dei quali affronta le basi della pasticceria. Ogni modulo contiene una parte teorica, che occorre accuratamente studiare, poiché è ciò che ci permetterà di passare da una visione amatoriale e casalinga della pasticceria, ad una più consapevole di quello che si sta preparando: impareremo che ogni ingrediente ha un proprio ruolo all’interno di una ricetta, e ciascuna tecnica di lavorazione e conservazione differisce tra composto e composto.

Per arrivare a raggiungere gli obiettivi previsti, molte esercitazioni obbligatorie dovranno essere svolte. Queste saranno valutate settimanalmente attraverso le correzioni, che contengono una serie di suggerimenti per migliorare il proprio lavoro. Tutto il materiale è sempre a disposizione in piattaforma: si potranno rivedere le videolezioni, scaricare le ricette, studiare la teoria, infinite volte e in qualsiasi momento.

Lo stage di fine corso, obbligatorio, è poi un tassello importantissimo del percorso di studi, che permetterà di mettere in pratica ciò che si è imparato in una dimensione professionale, e che sarà il primo approccio al mondo del lavoro.

D: Com’è nata la tua passione per la pasticceria? Perché hai deciso di insegnare?  Raccontaci della tua esperienza.

Ho sempre adorato preparare dolci a casa. Mi piaceva l’idea di poter creare qualcosa con le mie mani, che potessi condividere e che regalasse un momento di felicità agli altri. Come tutti, ho cominciato ad acquistare strumenti, stampini e taglia biscotti. Tuttavia non ero mai pienamente soddisfatta dei miei risultati. Quando li confrontavo con quelli dei grandi pasticceri, mancava sempre qualcosa. Così ho cominciato a studiare e ho capito che la buona riuscita di un dolce non era semplicemente l’”avere una ricetta buona”, ma che serviva conoscere le tecniche corrette e soprattutto capire che ogni preparazione ha le sue regole. La scienza ci aiuta molto a capire cosa avviene all’interno di una preparazione. Trovo che sia stupefacente riuscire a conoscere tutto ciò che ci permette di ottenere composti così diversi (pensate a una torta margherita, a una pasta bigné, o a una brioche) utilizzando gli stessi ingredienti di base.

Dopo aver gestito il mio laboratorio insieme a mia mamma pasticcera, ho deciso di condividere le mie conoscenze con chi volesse intraprendere questa professione. Lo faccio, mettendo insieme il mio percorso professionale, che è ricco di scienza e di amore per quest’arte, sperando che altre persone che condividono con me questa passione possano riuscire a realizzare il loro sogno di diventare pasticceri.

D: Perché dovrebbero scegliere la formazione Mia Academy e i corsi di Renée

Ho trovato in Mia Academy una squadra preparata che da anni si occupa di didattica a distanza e che, per questo motivo, sa come gestire gli studenti in modo professionale, accompagnandoli nel loro percorso di studi, nello stage, e nell’inserimento al lavoro.

Condivido questa filosofia perché sono stata a mia volta uno studente e so che questo percorso è un investimento, che ha portato e porterà a dei sacrifici. Ed io non posso che supportare, al meglio delle mie capacità, chi mette impegno, voglia, tempo, studio e coraggio per affrontare questo percorso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *